lunedì 12 marzo 2012

Mariusz un grande seminario




Ho assistito a molti seminari ognuno diverso e in ognuno il docente ha deciso di adottare uno di questi metodi d’insegnamento:
 
1) Partire da una posizione e approfondire un'area tecnica mostrando varie opzioni ad esempio tanti modi di passare la guardia dalla DLR.

2) Prendere una posizione e far vedere come evolve il gioco in base alle contro tecniche dell'avversario.

3) Mostrare una tecnica da diverse posizioni.

4) Far vedere tante tecniche diverse senza una connessione l'una con l'altra.


In un seminario, dato l'elevato numero di tecniche spiegate, per evitare che il cervello degli allievi trabocchi di nozioni e dettagli il metodo migliore è senz'altro il primo e il secondo anche perché mostrare la connessione logica dei movimenti, aiuta a ricordare meglio le tecniche.

Nel seminario tenuto da Mariusz a Livorno, nella palestra Popeye, abbiamo potuto testare il primo metodo. Nonostante le proporzioni gigantesche del lottatore Polacco quella che ha sciorinato è stata una tecnica piena di dettagli e nuove soluzioni per passare la guardia a Zeta o mezza guardia col ginocchio a barriera. Nei suoi movimenti ho riconosciuto molte delle soluzioni adottate da Rodolfo Vieira per passare la guardia.

Un ottimo seminario condito anche da tecniche moderne come le capriole che permettono di prendere la schiena da diverse posizioni. Un aspetto da sottolineare è l’approccio moderno nell'insegnamento lo stesso che usa Caio Terra nei suoi seminari, cioè quello di mostrare diverse scelte possibili da una stessa posizione che si eseguono in base alla reazione dell'avversario. Questo mostra che il jiu-jitsu è un’arte che si basa sul concetto di azione e reazione dove non esiste la tecnica risolutiva perché tutte lo sono come nessuna, dipende da come reagisce l'avversario. Per i principianti è fondamentale comprendere che il bjj non è costituito da tecniche separate ma interconnesse l'una con l'altra a creare una sorta di rete, le cui maglie, più si diventa esperti, e più si restringono.

0 commenti:

Posta un commento