lunedì 18 settembre 2017

Rickson Gracie - La regola numero uno per i nuovi allievi di Brazilian Jiu Jitsu



Rickson Gracie da alcuni consigli su come allenarsi e su come fare sparring.  Sottolinea il fatto che i praticanti di Jiu-Jitsu dovrebbero concentrarsi innanzitutto sul lato tecnico senza utilizzare i loro attributi fisici. Nella  Newsletter dell'associazione di Rickson Gracie si può leggere:


"Anche quando si fa lo sparring durante l'allenamento, devi minimizzare i tuoi attributi fisici. Limitandoli, ti puoi trovare in una situazione molto peggiore, ma così sei costretto a pensare ad una via d'uscita, usando tecniche che non avresti usato altrimenti. Quando si inizia a farlo, si inizia a capire cosa è veramente sbagliato in una certa situazione e si inizia a capire ciò che effettivamente deve essere fatto in modo tecnico per migliorare la situazione. Quindi cominci a sviluppare un vero e proprio miglioramento, comprendendo la meccanica di qualsiasi situazione ".

"È importante ricordare che in un vero combattimento o in una competizione, la meccanica della lotta sarà esattamente la stessa di quando ci si sta allenando in modo gentile. L'unica differenza importante sarà il tuo atteggiamento mentale. Quando ti alleni, dovresti prestare maggiore enfasi all'apprendimento che alla competizione con il tuo partner ".

"Non si impara quando si combatte, carichi di ogni tipo di tensione ed emozione. Si impara quando ci si diverte, allenatevi in maniera sciolta e dolce. Dovete lavorare a migliorare la vostra tecnica fino a quando non sarete a vostro agio in qualsiasi situazione. Alla fine, svilupperete una comprensione subcosciente delle tecniche che diventeranno riflessi. Solo dopo aver fatto tutto questo, sarete pronti ad utilizzare anche tutti i vostri attributi fisici e ad aggiungerli al vostro gioco così l'efficacia della tecnica sarà almeno dieci volte migliore "fonte. BJJEE

Nel video Rickson dice in buona sostanza che quando il tuo sparring partner diventa il tuo avversario non ci sa allena si compete. Quando si compete ognuno vuole prevalere e durante la lotta involontariamente ci si può anche far male. Questo è un aspetto da tener presente sopratutto all'inizio quando un allievo non ha gli strumenti per lottare e ogni infortunio può spingerlo ad abbandonare la pratica. Rickson suggerisce nei primi due e tre mesi di far fare ai nuovi allievi drill non sparring. Discorso ben diverso per chi  si allena già da tempo e non è scoraggiato da infortuni che possono capitare durante la pratica. 





0 commenti:

Posta un commento