mercoledì 3 maggio 2017

E' efficace quello che fai?


E' efficace quello che fai? C'è solo un modo per scoprirlo... provalo con qualcuno  che ti tira pugni, calci, che ti proietta e ti colpisce quando sei con la schiena per terra.


Si dice che non è l'arte marziale a contare ma l'artista marziale. Può darsi... ma se pratichi Krav Maga, Wing Tsun, Systema, Aikido, ju jitsu tradizionale eccetera puoi verificare se quello che fai funziona facendo dello sparring con qualcuno che si è allenato di MMA tanto quanto tu ti sei allenato nella tua disciplina ...  altri modi non ce ne sono.



In questo video è molto chiaro che un praticante di Aikido è alla completa mercé di un praticante di MMA. Cosa avrebbe fatto un praticante di BJJ? Probabilmente se allena esclusivamente la parte sportiva, e non ha mai visto arrivare un pugno o un calcio, non si sarebbe comportato in maniera migliore di questo praticante di Aikido. Forse avrebbe potuto fare meglio nelle fasi di clinch e di lotta a terra ma anche qui senza un allenamento ai colpi il timore di prendere colpi azzera tutte le competenze acquisite in anni di allenamento.

Può funzionare l'Aikido in una gabbia o in un ring? Forse, se chi lo pratica allenasse le sue tecniche con qualcuno che non è collaborativo, tira colpi e si muove in maniera non prevedibile.

In questo video il professore Bolelli mostra una tecnica dell'Aikido che potrebbe funzionare nelle MMA ma è chiaro che l'approccio non può essere quello dell'Aikido tradizionale. Nel video si vede Bolelli che arriva alla tecnica dell'Aikido con un arm drag tecnica della lotta.  

0 commenti:

Posta un commento