domenica 25 giugno 2017

Make Jiu-Jitsu violent again



"Penso che il jj sia bello perché è figo fare berimbolo chiamare guardia, proiettare e roba vari, ma non credo che sia questo che spinge me ed altra gente a menarsi con uomini e donne sudate, penso che la forza che spinga tutti a salire sul tatami sia far battere l'altro mandarlo a casa ed essere vincente, e trovare il modo per esserlo più frequentemente, cosi come sul tatami cosi nella vita di tutti i giorni dove troverai davanti a te gente pronta a spedirti a casa."

"Tutti quelli che partecipano ad una gara di jiu jitsu, postano la loro foto. Se hanno perso scrivono:" o si vince o si impara". Avete rotto il ca..o a tutto il mondo con la vostra frase..."O vinco o imparo!" La prossima volta che perdete scrivete semplicemente:"Oggi ho lottato con uno più forte di me e la prossima volta gli romperò il c..o a quel bastardo." Tornate ad essere uomini e non degli invertebrati."

Entrambi i commenti (il secondo è una sintesi) li ho letti su Facebook. Nell'ambiente del BJJ si va a periodi oggi il trend è "MAKE JIU JITSU VIOLENT AGAIN". Forse i tempi odierni hanno bisogno di questo slogan e di questi commenti. 

Per me il jiu-jitsu è uno strumento per superare le mie paure per diventare più forte, non degli altri (ci sarà sempre qualcuno più forte di me), ma di me stesso. Non voglio rompere niente a nessuno e l'idea di essere vincente e spedire la gente a casa non è il motivo che mi fa salire tutti i giorni sul tatami.

0 commenti:

Posta un commento