venerdì 29 aprile 2016

Il futuro delle MMA

Il futuro delle MMA passa per la  FIGMMA. A dirlo non sono io ma i numeri: record d'iscritti nella settima edizione del campionato Italiano di MMA che, superando quota 200, pone la FIGMMA come leader, a livello nazionale, nel settore delle MMA amatoriali.


Il campionato Italiano di MMA, che si è svolto a Roma lo scorso 17 aprile, sarà ricordata anche per l'introduzione di alcune modifiche importanti al regolamento, come l'eliminazione del caschetto in classe A, che avvicinano il regolamento FIGMMA a quello IMMAF.

La serie A ha visto la presenza di 54 atleti/e (3 donne e 51 uomini) confrontarsi in 43 incontri effettivi. Di questi incontri 23 sono finiti ai punti, 10 per sottomissione, 2 per KO, 3 per KO tecnico, 4 per superiorità tecnica, 1 per squalifica. Tra le finalizzazioni la più usata è stata il RNC: ben 6 gli incontri terminati per questa submission. Seguono, a quota 3, il triangle choke e a quota 1 l'americana. 

Ricordiamo che per  i migliori atleti si aprono le porte della nazionale che prenderà parte al campionato del mondo che si terrà a  Las Vegas il prossimo luglio. Ricordiamo anche che De Chirco, oggi sotto contratto UFC e Pedersoli, vittorioso al Road to Bellator, si sono fatti le ossa nei tornei FIGMMA.



0 commenti:

Posta un commento