venerdì 27 marzo 2015

Hard sparring vs light rolling is this a false controversy? - Sparring duro vs rolling leggero: è questa una falsa controversia?


Are we sure that jiu jitsu can only be practiced in two very different ways: rough, or playful?


This kind of approach is very metaphysical. The reality is that the learning process is complicated, and wild sparring does not create warriors, but just injured warriors.

In the U.S., for example, wrestlers train hard all the time during the season. But is this the best way to train?  Listen to what Steve Maxwell says in an interview with Joe Rogan: he said that while competing in wrestling he was very impressed by the Russian guys; in particular, his opponent. His Russian opponent told him that they do hard sparring only 2 times a week because it produces injuries, and does weightlifting only once a week.

The basis of their training is technical wrestling. They train slowly to progressively increase the speed over long periods of time. This is very hard training, as well as a good cardio workout.

The problem - said Maxwell - is the same in jiu jitsu. People just want to do sparring but they do not like drilling. That is the problem; they never become technicians. Only with drills do movements become part of your nervous system. Limit the hard sparring time because this is responsible injury prevention, as it stresses the muscles and joints. "I was really surprised to hear this", said Steve Maxwell.

The problem is not hard sparring versus flow sparring; the problem is the way you organize your sparring session. The problem is more serious in the MMA world. This is what Jamie Varner said just a few days ago:

“My career got cut short because I was sparring three days a week, with bigger opponents. I had a lot of head trauma just sparring with those big guys. You don’t need to spar to prove how tough you are. So spar once a week. Sparring is a tool that is used to work on game plans, and to see where you are condition wise, cardiovascularly. You don’t need to spar three days a week to prove you’re tough."

At the other hand, doing just light rolling and keep it playful may be a commercial idea to spread jiu jitsu to the world. So, how do we go about being in good shape, rolling in a very safe environment, and be at the same time a tough guy?

The answer may be found in the philosophy: "the law of transformation of quantity into quality". For quantity we do not mean just pure repetitions of techniques; we address a specific method of the learning process in which a person puts themselves in a very difficult scenario under control to learn the proper body mechanics. This is possible through different drilling protocols.

When people are able to perform the techniques without thinking about them, they can spar and fight in the best way they can. Knowing how to move themselves in a chaotic environment is the best way to avoid injuries.

Just learning some very different techniques in a training session, and then go full speed into a sparring session is the best way to raise the injury rate in your training schedule.

Like Ovid sayd: "What is harder than rock? What is softer than water? Yet hard rocks are hollowed out by soft water".

The bad news is that to carve out the stone required a lot of time. The good news is that you are capable of changing things. You must not just do the same thing over and over to become better at what you are doing; you need to be consistent in an intelligent way. This topic will be the argument of the next post.

                                          *************


Siamo sicuri che jiu jitsu può essere praticato solo in due modi molto diversi: duro, o leggero?

Questo tipo di approccio è molto metafisico. La realtà è che il processo di apprendimento è complicato, e lo sparring selvaggio non crea guerrieri, ma solo  guerrieri infortunati.

Negli Stati Uniti, ad esempio, i lottatori si allenano duramente per tutto il tempo durante la stagione. Ma è questo il modo migliore per allenarsi? Steve Maxwell in un'intervista rilasciata a Joe Rogan dice che mentre competeva nel wrestling fu molto impressionato dai ragazzi russi; in particolare, dal suo avversario. Questi gli confesso che loro facevano sparring solo 2 volte a settimana perché produce infortuni, e i pesi solo una volta alla settimana.

La base della loro formazione è il wrestling tecnico. Si allenano lentamente per lunghi periodi di tempo per aumentare progressivamente la velocità. Questa è un allenamento molto duro, nonché un buon allenamento cardio.

Il problema - dice Maxwell - è lo stesso del jiu jitsu. La gente vuole solo fare sparring,  non ama  fare i drills. Questo è il problema; non diverranno mai tecnici. Solo con i drills i movimenti diventano parte del vostro sistema nervoso. Limitate il tempo dedicato allo sparring duro perché questo è responsabile degli infortuni e di stressare muscoli ed articolazioni. "Fui davvero sorpreso di sentire questo", dice Steve Maxwell.

Il problema non è contrapporre lo sparring duro con il rolling o sparring leggero; il problema è il modo in cui si organizzano la sessioni di sparring. Il problema è più grave nel mondo MMA. Questo è ciò che Jamie Varner ha detto pochi giorni fa:

"La mia carriera è finita perché facevo sparring tre giorni alla settimana, con avversari più grossi di me. Ho avuto un sacco di traumi cranici proprio facendo sparring con quei ragazzi. Non è necessario fare sparring per dimostrare che sei un duro. Fai sparring una volta alla settimana. Lo Sparring è uno strumento che viene utilizzato per lavorare le tattiche di combattimento, e per saggiare il tuo stato, a livello cardiovascolare. Non è necessario fare sparring tre giorni a settimana per dimostrare che sei duro. "

D'altra parte, fare solo rolling a livello ludico può essere un'idea commerciale per diffondere jiu jitsu in giro per il mondo. Quindi, come facciamo a essere in buona forma, rollare in un ambiente sicuro, ed essere allo stesso tempo dei duri?

La risposta può essere trovata nella filosofia: "la legge di trasformazione della quantità in qualità". Per quantità non intendiamo solo ripetizioni pure di tecniche; ci rivolgiamo a un metodo specifico del processo di apprendimento in cui una persona si mette in uno scenario molto difficile, sotto controllo, per imparare i corretti meccanismi del corpo. Questo è possibile tramite differenti protocolli di drills.

Quando le persone sono in grado di eseguire le tecniche, senza pensarci, si può fare sparring e combattere nel modo migliore possibile. Sapersi muovere in un ambiente caotico è il modo migliore per evitare lesioni.

Imparare alcune tecniche molto diverse in una sessione di allenamento, e poi andare a tutta velocità in una sessione di sparring è il modo migliore per aumentare il tasso di infortuni nel vostro programma di allenamento.

Come Ovidio disse: "Nulla è più duro d'una pietra e nulla più molle dell'acqua. Eppure la molle acqua scava la dura pietra.».

La cattiva notizia è che per scavare la pietra serve un sacco di tempo. La buona notizia è che siamo in grado di cambiare le cose. Non si deve solo fare la stessa cosa più e più volte per diventare migliori in quello che si sta facendo; è necessario essere costanti in modo intelligente. Questo argomento sarà l'argomento del prossimo post.
credit
Thank to Kaeli Sweigard for correcting the English version

0 commenti:

Posta un commento