lunedì 23 novembre 2015

Rorion Gracie: io so cosa fare!


La risposta breve e diretta di Rorion Gracie all'intervistatore televisivo, che gli chiedeva come mai le sue orecchie non erano a cavolfiore, ha ispirato un meme virale e ha dato il via ad un dibattito acceso sui social network.

Rorion ha spiegato che le orecchie a cavolfiore vengono quando ci si trova in situazioni quali, ad esempio, una presa di cravatta. Se si cerca di liberarsi dalla presa senza usare la tecnica - ha detto Rorion - le cartilagini delle orecchie si possono danneggiare.

L'orecchio gonfio, in origine, è stato spesso ritenuto un segno che il praticante era molto inesperto e impulsivo cosa che lo portava a cadere in situazioni quali il triangolo, cravatte o altre situazioni simili dalle quali poi provava ad uscire con impeto e poca tecnica.

Helio Gracie, in polemica con altri membri della sua famiglia, una volta disse che nella sua famiglia chi aveva le "orecchie scoppiate" non era un buon combattente.

Ora fare la conta di chi ha o non ha le orecchie a cavolfiore, nella famiglia Gracie o tra i grandi campioni, per provare la veridicità o falsità di queste affermazioni, è esilarante.

L'argomento nella comunità del Jiu Jitsu pare sia molto sentito e, come avevo già scritto, ci sono praticanti, soprattutto alle prime armi, che vogliono sapere come farsele venire.

Le orecchie a cavolfiore in realtà "scoppiano" sopratutto a chi ha le cartilagine delle orecchie dure, chi le  ha morbide ha molte meno probabilità che gli vengano.

Se si hanno le cartilagini dure un modo per non farsi venire le orecchie a cavolfiore è usare i paraorecchie o non sfregarle quando si finisce in sottomissioni quali ghigliottine, triangoli, cravatte prese al collo in genere. Cercate in questi casi di liberarvi da queste prese con la tecnica e se non ci riuscite battete e poi migliorate le vostre fughe.

Pare, invece, che molti siano più interessati ad averle e in Brasile - ho letto in un commento - molti praticanti  si fanno venire l'orecchio a cavolfiore facendosi strofinare le orecchie sul tatami durante le gradazioni in quello che viene chiamato il “Battesimo del Samurai”. Di questa pratica non né avevo mai sentito parlare! In Brasile, anche tra chi non pratica Jiu Jitsu, ci sarebbe la moda di farsi scoppiare le orecchie schiacciandosele con le pinze!!!

Una pratica di cui sono a conoscenza è quella di  sfregare le orecchie dei propri allievi che non le hanno, per fargliele scoppiare.


Il Jiu Jitsu non ha nulla a che fare con simboli ESTETICI usati come mezzo di appartenenza, intimidazione o ostentazione.

                            L'INTERVISTA A RORION GRACIE

0 commenti:

Posta un commento