sabato 3 ottobre 2015

In origine il Judo e il Jiu-Jitsu in Brasile erano la stessa cosa


Nel sito Só Casca! potete trovare molte interviste realizzate a maestri Brasiliani. L'ultima vede protagonista EDUARDO FIGUEIRA RODRIGUES, nera 5 Grau de Jiu-jitsu, nera di Judo e Istruttore di Sambo. Questo è un estratto dell'intervista con alcuni passaggi che ho trovato interessanti.

"Ai miei tempi il maestro diceva che un buon cintura nera doveva avere di almeno 20 anni di pratica. A quel tempo il Jiu-Jitsu era molto più complesso rispetto ad oggi. Si doveva allenare l' auto-difesa, si doveva essere bravi nelle proiezioni, ovviamente la parte al suolo, e l'allenamento ai colpi senza kimono. Per imparare tutte queste modalità occorreva molto tempo".

"Ogni arte può essere pericolosa. La cosa importante è che ad insegnarle ci siano persone consapevoli. Il Jiu-Jitsu può essere molto letale come il Sambo e il Judo. Ho statistiche che mostrano che in Giappone il Judo ha numerosi incidenti mortali. I sondaggi indicano che c'è un elevato numero di decessi infantili in Giappone tra chi pratica il Judo. La gente non sa questo, ma succede a dispetto del fatto che il Judo sia uno sport olimpico. Dipende da chi è il professionista che sta insegnando".


"A mio avviso il Judo, il Sambo e il Brazilian Jiu-Jitsu sono un'arte sola, ma con caratteristiche temporali di regole diverse. Il Brazilian Jiu-Jitsu è una forma di Judo antico. Naturalmente è stata amputata oggi in base alle norme vigenti, BJJ è diventato un gioco a terra. Così oggi le proiezioni sono state dimenticate, in pratica non ci sono più proiezioni. Se si analizzano la competizioni lo si può constatare facilmente".

"Ritengo che queste tre modalità siano una cosa sola. Queste tre modalità sono esattamente ciò che si praticava nelle vecchie scuola Kodokan (scuola di arti marziali creato dal Dr. Jigoro Kano nel 1882) in Giappone. Questa è la mia particolare visione".

"Non ha dubbi che ai primordi il Judo e il Jiu-Jitsu in Brasile fossero una cosa sola. Era il sistema di Ju Jutsu di Kano. Poi chi volle continuare a fare Judo ha seguito il Kodokan, chi ha voluto continuare a fare il Jiu-Jitsu ha seguito la famiglia Gracie. A mio avviso la separazione avvenne in quel modo".

"Il Jiu-Jitsu ha abbandonato la difesa personale perché la parte sportiva del Jiu-Jitsu attira più attenzione. Per esempio, io davo molte più lezioni di difesa personale nella mia accademia di quante non né dia oggi e d'altra parte oggi ho molti più studenti rispetto al passato. Forse il fascino del torneo di Jiu-Jitsu è molto più attraente dell' auto-difesa, i giovani cercano la gloria nei tornei. In generale non sono contrario alla parte sportiva del Jiu-Jitsu solo che così si ottiene un Jiu-Jitsu amputato".

"Sportivamente parlando sono d'accordo che il berimbolo sia un buon metodo e un'evoluzione del Brazilian Jiu-Jitsu al suolo, d'altra parte, come arte marziale no, come arte marziale il Jiu-Jitsu si sta perdendo".


0 commenti:

Posta un commento