mercoledì 6 luglio 2016

Footlock Mastery di Oliver Geddes




















 Oliver Geddes, cintura nera sotto Roger Gracie, noto per la sua fenomenale mezza guardia, è anche un esperto di leve alle gambe in particolare uno specialista della basica ma letale ankle lock.

Nel video Footlock Mastery, uscito oggi e recensito in esclusiva per l'italia da maxbjj, Oliver Geddes si concentra esclusivamente su di una tecnica, la ankle lock (da non confondere con la ackille's lock) una tecnica permessa a partire dalla cinture bianche nelle competizioni IBJJf e che solo da poco sta ricevendo l'attenzione che merita. 

Che differenza c'è tra una ankle lock e una achille's lock? La prima va a lesionare i legamenti che sostengono la caviglia ed è più devastante della seconda che comprime il tendine di achille e basa la sua efficacia sul procurare dolore all'avversario. Oliver in questo video di 67 minuti riesce a sviscerare la tecnica mostrando diverse soluzioni soprattutto da un punto di vista di chi fa guardia.

Quello che geddes  sottolinea nel video è l'importanza di riuscire ad arrivare alla tecnica da una posizione da sotto. Oliver ha iniziato a studiare questa tecnica quando era cintura blu in un periodo nel quale questa tecnica non era utilizzata ad alti livelli in competizione. 

Questo video didattico è interessante perché mostra diverse transizioni da alcune posizioni di guardia e come la ankle lock sia una vera e propria posizione per ribaltare o per finalizzare.

Dopo una breve introduzione nella quale spiega alcuni dettagli su come eseguire la tecnica basica e come controllare la gamba dell'avversario passa ad esplorare la tecnica mostrando alcune variazioni.

 50/50

La prima guardia che Geddes analizza è la 50/50 una posizione non da tutti apprezzata perché associata a tattiche di stallo. Oliver invece la usa per finalizzare i suoi avversari con una chiave al piede. Oliver ci mostra alcune opzioni su come arrivare alla posizione e come chiudere la tecnica di leva alla caviglia. Interessante il modo in cui apre il triangolo di gambe dalla 50/50. Da questa guardia vengono mostrate 4 tecniche che vi potranno risolvere la situazione in questa noiosa posizione.

 Single X guard

Oli passa poi a spiegare come arrivare alla ankle lock quando l'avversario sta in piedi e ci mostra 4 ribaltamenti dalla single X guard.

 X guard

Dopo la single X guard è la volta di diverse soluzioni dalla X guard. Ben 7 ribaltamenti alcuni dei quali terminano in una posizione ideale per tirare la leglock altri che terminano in una posizione ideale per passare la guardia. Nel suo gioco l'ankle lock è una vera e proprio sistema che gli permette di passare dalla finalizzazione ad un passaggio di guardia.

Altri scenari spiegati da Oliver sono quelli nei quali l'avverasario si mette in ginocchio, o dalle posizioni di shin to shin guard, dalla mezza guardia, dalla spider guard, dalla posizione da sopra: per ogni posizione mostra una tecnica.

La serie si chiude con tre difese, due da terra una da in piedi. Molto solide e basiche nulla di fantasioso come si vede spesso nei video regalati sui social.

Il video contiene ben 35 tecniche da competizione non eccessivamente complesse ma di sicura efficacia, non scordiamoci che Oliver Geddes ha nel suo curriculum oltre 600 incontri molti dei quali vinti con l'ankle lock.

Il montaggio regala qualche primo piano in grado di mostrare dei dettagli fondamentali. Un'unica camera che filma da postazione fissa ma a volte segue i movimenti di Oliver e dell suo partner.

Un video senza fronzoli, senza slow motion, senza musichette a distrarvi, il video non ha nessuna pretesa di stupirvi con effetti speciali ma con solide tecniche tutte da provare.

Il video ha, secondo il mio parere, qualche piccolo difetto che non compromette la validità di tutto il lavoro. Il video ha molte tecniche, come detto, ma spesso sono eseguite solo una volta e da una sola angolazione. Questo però non è un limite per chi è già esperto, magari i principianti avrebbero gradito almeno un altra esecuzione della tecnica da un' altra angolazione.

In qualche tecnica Oli si concentra di più sul ribaltamento e non sulla transizione per chiudere la ankle lock ma si tratta di poche tecniche.

Mi sarebbe piaciuto vedere nel video qualcuno dei suoi incontri in cui usa queste tecniche, video che ha pubblicato sulla sua pagina facebook. Forse non sono stati inseriti perché la qualità video di questi filmati non era buona.

Un prodotto che Maxbjj vi consiglia se volete finire un incontro con una tecnica ancora poco usata nei campionati IBJJF ma che sta vivendo un periodo di crescita. Oli vi regala molti dei suoi segreti. Non vi lasciate cogliere impreparati, questo video è quello che fa per voi.

Questo è il link per scaricarvi il video Footlock Mastery

38 Capitoli

the ankle lock as a position
the ankle lock finishing theory
turning to the knees finish
turning to the knee to top position
ankle lock to crossover to leg drag

outside hook ankle lock theory & basic finish
outside hook ankle lock turning to the knees

50/50 Theory & use breaking the defensive
50/50 knee push
50/50  basick ankle lock finish
50/50 calf crush
50/50 reverse grip finish
50/50 outside leg finish

standing ankle lock control theory
standing ankle lock cross sweep
standing ankle lock double ankle sweep
standing outside hook tripod sweep
standing outside hook  overhead sweep

overhook X guard transition theory
overhook X guard angle change to ankle lock topple
overhook X guard tripod sweep
overhook X guard waiter sweep
overhook X guard getting the near sleeve
overhook X guard near sleve single leg stand up
overhook X guard near sleve overhead sweep
overhook X guard far sleve drag down sweep

entering the footlock from the knee
entering the footlock from shin to shin guard
entering the footlock from half guard/93 guard
entering the footlock from spider guard
entering the footlock Leandro Lo sweep from spider guard entry
entering the footlock from top position

anklelock defense Moving to top position
anklelock defense the scoot
standing ankle lock defence back stap to side control

Se volete leggere la recensione in lingua inglese vi consiglio quella realizzata da Merkatsu il re delle recensioni.

0 commenti:

Posta un commento