sabato 8 luglio 2017

Il vero bersaglio è l’arciere stesso



"Vivevo alla giornata, sbrigavo bene o male il mio lavoro e infine non mi preoccupai neppure più del fatto che mi fosse diventato indifferente tutto ciò a cui mi ero applicato con tanta costanza.

Ecco che un giorno, dopo un tiro, il Maestro si inchinò profondamente e disse: “proprio ora si è tirato. Questa volta lei si è tenuto nella massima tensione nel completo oblio di se e delle sue intenzioni, ed ecco che il colpo si è staccato da lei come un frutto maturo. Adesso continui ad esercitarsi come se non fosse accaduto nulla”. Lo Zen e il tiro con l'arco Eugen Herrigel

Fare centro non significa nulla quello che conta è continuare ad esercitarsi. Il vero bersaglio  è l’arciere stesso.

0 commenti:

Posta un commento