venerdì 12 febbraio 2016

La Dieta Gracie non ha basi scientifiche

"La dieta rimane uno degli ultimi bastioni del misticismo. Ciò che scegliamo di consumare è stata dettata da molti fattori nel corso della storia. L'accessibilità, la religione, la cultura e l'etica tutti questi fattori hanno giocato ruoli decisivi  nel decidere ciò che la gente mangia e beve.

Nonostante si viva in un'epoca altamente scientifica, i miti sugli alimenti e le dieta continuano a guadagnare terreno.  Il concetto di non combinare alimenti risale alla religione. L'Ebraismo, in particolare, ha regole severe per quanto riguarda il mantenere alcuni alimenti separati.

La dieta Gracie è una delle più famose diete seguite dagli artisti marziali. Formulata dal fondatore del Gracie jiu jitsu, Carlos Gracie, La dieta non solo promuove la "corretta"  combinazione degli alimenti, ma anche quando vadano assunti. Si tratta di una dieta che sembra essere stata adottata dalla maggioranza della famiglia Gracie, ed è anche sostenuto con fervore da molti praticanti di jiu jitsu brasiliano. La longevità di Carlos, che è morto all'età di 92, e del fratello minore, Helio, che è morto all'età di 95, e la salute dei membri della famiglia, campioni pluridecorati,  sono dati come parte della prova dell'efficacia della dieta.

Questi argomenti in uso sono quelli che sono noti come "the fallacy of the single cause". La genetica, essere cresciuti in un ambiente medio borghese e il fatto che i Gracie erano una famiglia molto attiva di combattenti, probabilmente ha contribuito molto alla loro salute generale. Ci sono un sacco di combattenti, tra cui un gran numero di jitseri di successo che non seguono rigidamente la dieta Gracie o addirittura non la seguono affatto.

La dieta aderisce al principio che i diversi gruppi di alimenti richiedono diversi enzimi digestivi affinche vengano scissi. Pertanto, solo i cibi di gruppi compatibili possono essere combinati. Dato che la digestione richiede un sacco di risorse del corpo, la dieta sostiene che la combinazione corretta facilita queste esigenze. Sembra l'ideale, se non che, come con tutte le diete di combinazione, non è supportato dalla scienza".
Il resto dell'articolo lo trovate a questo link
 
La Dieta alla quale i Gracie hanno dato il loro nome, e che non tutti sanno, fu sviluppata da un dottore argentino Juan Estevez Dulin  creatore nel 1958, del "Criterio Naturopático", si basa anche sul principio di mantenere il ph corporeo sempre alcalino (Dieta Alcalina). 

Per capire cosa sia la Dieta Alcalina ci serviamo di due articoli apparsi sul blog Medbunker del dottore Salvo Di Grazia. Uno scritto dallo stesso Di Grazia e uno dal dottore Giuliano Parpaglioni, Biologo Nutrizionista.

Il dottor Giuliano Parpaglioni scrive: "La "dieta alcalina" è una delle bufale mediche più diffuse  probabilmente perché si ignorano i meccanismi di base della fisiologia umana, si diffonde indisturbata, anche (ahimé) per bocca di medici, professionisti e persone che dovrebbero aver sfogliato qualcosa in più dell'enciclopedia medica.

La "dieta alcalina" sarebbe un regime alimentare secondo il quale, alimentandosi di ben precisi "alimenti alcalini" si otterrebbero ingenti benefici per la salute e addirittura nella cura di malattie gravi come il cancro. Se esistesse una dieta capace di alcalinizzare il nostro corpo, sarebbe fortemente tossica".


Il dottor Salvo Di Grazia scrive: "Negli ultimi anni soprattutto in "ambienti alternativi" spopolano le affermazioni che darebbero alla dieta (ed alle terapie) "deacidificanti" o "alcalinizzanti" dei poteri curativi innumerevoli, addirittura per curare il cancro.

Se per qualsiasi motivo il pH del nostro organismo non è stabile (quindi va "oltre" la normalità del 7,4, verso l'acidità o la basicità) si entra in uno stato patologico: se si va verso l'acidità si parlerà di acidosi metabolica al contrario di alcalosi metabolica. Sono due condizioni che, se non rapidamente risolte, possono portare alla morte in breve tempo.

Il nostro organismo "lavora" continuamente per mantenere il pH ai valori fisiologici: quando assumiamo una sostanza acida, i recettori presenti in tutto l'organismo avvertono la novità ed il corpo mette in moto i meccanismi che permettono al pH di rimanere stabile. Polmoni e reni lavorano per mantenere il pH attorno al valore di 7,4.

Qualcuno che ha seguito questa "dieta" riferisce miglioramenti evidenti ed un migliore stato di salute: probabilmente non pensa al fatto che non è la "bizzarra" dieta alcalina a farlo stare meglio ma la maggiore attenzione a ciò che si mangia evitando inoltre alimenti grassi e pesanti.

Si confonde l'azione della sostanza alcalina con quella delle sostanze che questi alimenti alcalini contengono. In uno studio ad esempio si nota come una dieta ricca di frutta e verdura alcaline migliori le prestazioni muscolari per aumentata concentrazione di potassio e magnesio. Il "problema" è che sono questi minerali che migliorano le prestazioni muscolari  e non certo l'alcalinità degli alimenti, un po' come se sostenessi che l'assunzione di un alimento acido come il caffè stimola il sistema nervoso: è la caffeina che ha questa azione, non certo l'acidità della sostanza".

In questo video Rorion Gracie, autore del libro sulla omonima dieta, ci consiglia una ricetta "miracolosa": una spremuta di Lime e consiglia di berla 2 volte al mese. Bersi una spremuta concentrata di 12 lime non la chiamerei una ricetta miracolosa. Il suo organismo, quando ha bevuto la spremuta, ha avvertito la novità e ha messo in moto dei processi fisiologici per permettere al suo pH di rimanere costante. Diciamo che alla fine Rorion ha solo dato del lavoro extra al suo corpo, niente di più! 


Lime Juice / Suco de Limão
Pubblicato da Rorion Gracie su Domenica 7 febbraio 2016

0 commenti:

Posta un commento