domenica 12 marzo 2017

Gli allenamenti con i Mendes sono differenti, parola di Borgonovo



Alessandro Borgonovo, giovane e talentuoso jitsero Milanese, nell'intervista rilasciata ad Andrea Verdemare dice che nell'accademia dei Mendes gli allenamenti, rispetto alle accademie in Italia, sono differenti in tutto: dal riscaldamento, alle sessioni tecniche, agli sparring partner.

Ora con tutto il rispetto per i Mendes e per il giudizio di Borgonovo non credo che la qualità del Jiu Jitsu insegnato in Italia sia anni luce rispetto a quello dei Mendes. Non a caso i Mendes hanno proposto a Borgonovo di andare ad allenarsi con loro, evidentemente l'ambiente in cui si è formato è in grado di esprimere un jiu jitsu di ottimo livello.

Come Borgonovo ci sono altre decine di atleti in Italia che non hanno nulla da invidiare agli allievi dei Mendes. L'unico dato oggettivo che possiamo usare per valutare l'eccellenza dell'accademia AOJ  e verificare nel ranking IBJJF  i fratelli Mendes quanti campioni hanno prodotto, fino ad ora, con questi allenamenti "DIFFERENTI".

Se per campioni vogliamo considerare la TOP TEN nel ranking IBJJF l'accademia AOJ dei Mendes al momento non ha nessun atleta (adult) in nessuna cintura colorata, a dire il vero non hanno nessun atleta neanche tra i primi 20. 

La miglior cintura nera dei Mendes è Takahito Yoshioka  e si posiziona al 288 posto, dietro allo stesso Andrea Verdemare al 242 posto, Simone Franceschini al 278  posto, per non parlare di Luca Anacoreta che si posiziona al 30 posto.

Una cosa, invece, salta all'occhio spulciando il ranking IBJJF: in tutte le cinture la maggior parte degli atleti tra i primi 50 proviene sempre dal Brasile nonostante quel paese sia stato abbandonato in massa da quasi tutti i campioni che si sono trasferiti all'estero per insegnare. 

Nel Ranking cinture nere nella TOP 50 ci sono solo 5 cinture americane, il 10%. Michael Liera Jr., (l'unica nera della Atos) tra i primi 50 è il fanalino di coda posizionandosi al 46 posto, seguono al 44 posto Gianni Grippo, al 29 posto Tanner Rice, al 28 posto Eliot  Kelly e al 21 Michael Musumeci Jr..




In Brasile, invece, si continuano a produrre campioni e vedendo questo video si capisce forse il perché.

0 commenti:

Posta un commento