mercoledì 11 dicembre 2013

Il Jiu-Jitsu Brasiliano presentato alle forze dell'ordine


Per la prima volta in toscana, e forse in Italia, è stato possibile presentare alla Polizia il  Jiu-Jitsu Brasiliano all'interno di un loro aggiornamento professionale. Questo succede a Massa e precisamente alla questura centrale.

Grazie all'interessamento di un mio allievo, Giovanni Bertuccelli e alla disponibilità del Vicario del Questore Maurizio Dalle Mura, lo scorso martedì, di fronte a una trentina di agenti di Polizia, ho avuto modo di spiegare cosa sia il Jiu-Jitu Brasiliano, mostrare alcune tecniche adattate per gli scenari  in cui gli agenti si trovano ad operare e alla fine rispondere alle molte domande.  Ho notato un certo interesse per come il Jiu Jitsu brasiliano può essere utilizzato per controllare e immobilizzare sospetti o soggetti che oppongono resistenza.

Durante la mia relazione ho sottolineato come tutte le tecniche incluse nel programma che ho realizzato per le Forze dell'ordine, necessitano di un addestramento continuo. Il Bjj non è un corso di difesa personale che si trasforma in un diploma da appendere al muro o dimenticare in un cassetto assieme alle tecniche apprese. Se un agente vuole realmente investire del tempo per la sua preparazione  il Jiu Jitsu è  ottimo metodo da utilizzare durante gli interventi operativi per controllare un soggetto che oppone resistenza nella maniera più umana e realistica possibile.

0 commenti:

Posta un commento